Solidarietà ai lavoratori ex-Innova Service dello Slai Cobas

Gen 06, 2017 No Comments by

L’11 febbraio 2011 venivano licenziati da Innova Service 70 operai Alfa Romeo, tutti iscritti allo Slai Cobas. Nonostante una sentenza di reintegro di 3 anni fa della Corte d’Appello di Milano questi lavoratori sono ancora in mezzo alla strada. Nonostante nella stessa area ex Alfa Romeo di Arese sia nel frattempo sorto un mega centro commerciale. Nonostante in questi anni la stessa area abbia permesso affari miliardari e vi siano occupati migliaia di lavoratori.

Nonostante?

Ma forse sarebbe meglio dire che questi affari miliardari, avvenuti con la compiacenza delle istituzioni (comuni, provincia e Regione) di centro destra e centro sinistra, sono stati possibili proprio grazie al fatto che quei lavoratori, sindacalizzati e che mai hanno piegato la testa, sono stati licenziati. La loro sola presenza forse avrebbe reso più difficile costruire in quell’area un sistema economico basato sulla speculazione e sullo sfruttamento intensivo dei lavoratori, come avviene oggi.

I compagni dello Slai Cobas hanno reso pubblico in questi giorni un documento che ci rivela un piccolo ma decisivo tassello di quell’operazione. Siamo convinti che, lungi dal rappresentare un’eccezione, quello è il vero volto dei padroni. Quella è la loro vera natura.

E di fronte ad un nemico così astuto e potente, l’unica arma dei lavoratori è l’organizzazione.

https://cobasalfa.files.wordpress.com/2017/01/20170104_pagati-per-licenziare.pdf

https://cobasalfa.files.wordpress.com/2017/01/contratto-segreto-side-letter-12-12-2008.pdf

 

Comunicati, Lavoro

About the author

The author didnt add any Information to his profile yet
No Responses to “Solidarietà ai lavoratori ex-Innova Service dello Slai Cobas”

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.