Nozze gay: arma di distrazione di massa

Arma di distrazione di massa. Gli Usa legalizzato le nozze gay ma non escludono che qualche nostalgico sudista, a cui il padre ha regalato il mitra, possa ammazzare in 5 minuti una decina di persone che non la pensano come lui. Dal paese che si ostina ad essere padrone del mondo a qualsiasi prezzo e, nonostante la demagogia profusa mediaticamente in tutto il globo non riesca a mascherare secoli di nefandezze, a partire dalla ordinaria e quotidiana ingiustizia sociale, non può arrivare nessun insegnamento apprezzabile.

Prima occorre la giustizia sociale. Uno stato di diritto che tuteli i più deboli, garantisca loro di affrancarsi col lavoro e che i diritti sociali non siano calpestati. Se ciò si realizzerà ma potrò esserlo solo con la lotta di classe,  potranno esistere tutti i diritti civili. Ma in un mondo dove i ricchi diventano sempre più ricchi a danno di poveri che lo sono sempre più  e, proprio in queste ore, dove la Grecia viene eletta ad esempio sacrificale dei dettami del capitalismo, i comunisti e le comuniste non si faranno distrarre da questa ennesima pagliacciata mediatica. Giustizia e diritti sociali  devono significare contemporaneamente diritti civili. In caso contrario saranno solo privilegi per i più ricchi. Orpelli borghesi per marcare le differenze, vaneggiando che non ci siano più. Tanto che in Italia, il PD filo Usa del burattino Renzi… nonostante abbia applaudito il capo del mondo libero solo poche settimane orsono, anche in questo caso, è solo in grado di vaneggiare.

 

Monica Perugini – responsabile nazionale donne Partito Comunista

Be the first to comment

Leave a Reply