A Milano con i lavoratori delle partecipate

palmarino_20febOggi, 20 Febbraio,il Partito Comunista di Milano ha portato la sua solidarietà al coordinamento milanese di solidarietà “Dalla parte dei lavoratori”, sceso in piazza davanti a Palazzo Marino per opporsi alla drastica riduzione dei servizi erogati dalle società partecipate dal Comune in favore di massicce dismissioni e privatizzazioni nel settore. Per citarne alcune : ATM, A2A, AMSA, SEA, Fondazione Scala, Scuole Civiche, Milano Ristorazione (mense scolastiche), Milano Sport, Serravalle, alloggi popolari di proprietà del comune, cooperative.

Dal Settembre 2012 il Comune di Milano persegue questo obiettivo, attraverso la cessione di partecipazioni azionarie, privatizzazione parziale o totale di servizi pubblici, precarizzazione del lavoro, licenziamento o “esodamento”, con conseguente aumento dei carichi di lavoro per chi rimane e aumento delle tariffe e delle rette per gli utenti.

dallapartedeilavoratoriIl copione è sempre lo stesso e prevede lo scarico sui lavoratori e sulle fasce più deboli dei fallimenti del sistema. Invece di rivalersi sulle banche d’investimento e sui fondi speculativi che hanno goduto, negli anni, di troppo protagonismo nella vita economica del settore pubblico, i piani di rientro gravano tutti sulle spalle di chi lavora e produce.

Le regole europee sul vincolo di bilancio e del Fiscal Compact, a causa delle quali il governo strangola i comuni italiani, non fanno che accelerare questo processo.

Scaricare il peso della crisi sulle fasce più deboli è una chiara scelta politica, che il Partito Comunista intende osteggiare con la proposta del FUL, il Fronte Unitario dei Lavoratori.

Soltanto attraverso l’unificazione delle lotte dei lavoratori sarà possibile creare un fronte unico, compatto, con chiare parole d’ordine nella direzione dell’anticapitalismo per il socialismo.

 

Be the first to comment

Leave a Reply