Il lavoratore che difende gli altri lavoratori difende se stesso!

Una delegazione di lavoratori della Opel di Fiumicino sostenuta da militanti del Partito Comunista, ha manifestato oggi a Milano contro la chiusura del sito di Fiumicino e il conseguente licenziamento di oltre sessanta lavoratori: in mattinata di fronte alla sede centrale di PSA e nel pomeriggio all’ingresso del magazzino di Pregnana Milanese. Mentre al presidio del mattino si è aggiunta una delegazione di lavoratori della TNT di Lainate, nel pomeriggio hanno ricevuto la solidarietà dei lavoratori dello stesso magazzino di PSA e dei lavoratori dell’Aifo-Iveco di Pregnana Milanese.

Il freddo e asettico linguaggio della comunicazione aziendale che parla di esuberi ed eccedenze occupazionali in cambio, forse, di miseri incentivi economici, vorrebbe riservare a quei lavoratori e alle loro famiglie, solo un futuro di disoccupazione e privazioni. Mentre PSA potrà invece intascare lauti profitti da questa ristrutturazione.

Ogni giorno peggiorano le condizioni di vita e di lavoro di milioni di lavoratori e delle loro famiglie. Senza l’unità e l’organizzazione dei lavoratori non sarà possibile lottare con efficacia contro i padroni e i governi che li difendono.

Per questo noi saremo al loro fianco in questa difficile lotta che non è solo una battaglia per il diritto al lavoro, un lavoro qualsiasi, comunque retribuito purché sia un lavoro. La nostra come la loro è una battaglia per il diritto al futuro, un futuro degno di essere vissuto. Per noi e per i nostri figli.

Per questo è necessario lottare; per questo è necessario organizzarsi.

Partito Comunista – Milano

Be the first to comment

Leave a Reply